Windows schermata blu: cosa fare

Avete appena incontrato un BSOD. Il Blue Screen Of Death. Questo errore viene riscontrato quando qualcosa va seriamente storto nel vostro sistema operativo, e come tale il PC deve riavviarsi una volta che ha raccolto tutti  dati necessari per l’analisi tecnica.

Cosa possiamo fare per analizzare un BSOD e capirne qualcosa di più sul fattore che provoca quest’errore?

Nota: ricordatevi che buona parte di queste analisi richiedono alla fin fine comunque un po’ d’infarinatura tecnica sull’argomento. Questi metodi v’aiuteranno a capire se c’è un errore alla RAM, ad esempio, ma solo se avete le conoscenze tali da capirlo.

Risultati immagini per Blue Screen Of Death

Usate Performance Monitor. Questa funzione interna di Windows può illustrarvi tutti gli errori che sono stati riscontrati durante l’uso di Windows e anche prima. Potete avviarlo da esegui (Tasto destro su Start oppure usando la combinazione WIN R) e digitando perfmon. Prendete nota che in alcune edizioni di Windows, questo programma è un po’ differente.

Potete in alternativa usare il Visualizzatore eventi, dove vengono di conseguenza memorizzati errori e vari “dubbi” del sistema operativo – insieme naturalmente alle varie informazioni. Potete avviare direttamente il visualizzatore eventi aprendo Esegui e digitando “eventvwr”.

Controllate attentamente il codice d’errore. Quando andate nella famosa schermata blu, vi viene fornito un codice d’errore che indica esattamente da dove arriva il problema. Copiatelo e consultate pure la rete per cercare risposte. Se per qualche motivo non fate in tempo a vedere il codice d’errore (molte volte Windows è impostato per riavviarsi automaticamente o una volta che ha raccolto i dati necessari del dump) potete usare l’utilità della Nirsoft (http://www.nirsoft.net/utils/blue_screen_view.html) per vedere i risultati.

Va bene, ho capito da dove arriva l’errore, ma ora che devo fare? Purtroppo non esiste “l’aspirina” per il vostro PC. Ogni problema ha la sua soluzione, a volte molto specifica e per il quale richiede un intervento tecnico o una scorsa con il vostro motore di ricerca preferito. Ricordatevi sempre di controllare l’efficienza della RAM, la temperatura della vostra CPU e la quantità di settori regolari del vostro HDD.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *