Quanta memoria conviene lasciare libera nel PC

E’ vero che se riempiamo il nostro PC di dati, questo cala di velocità? Purtroppo si da il caso che ci sono delle conseguenze se ci divertiamo a stipare una grossa quantità di foto, filmati ed altro nel nostro drive.

Una verità c’è tutta: questo vale per gli HDD e le SSD. Se riempiamo troppo lo spazio nel nostro PC, la velocità di trasferimento dei dati viene colpita pesantemente. E’ una regola per vale per tutto, anche per i cellulari, ed è perciò un attenzione universale al quale dobbiamo dare assoluta attenzione. Vediamo dunque qualche consiglio cautelativo per tenere la nostra unità primaria in salute.

SSD – E’ molto, molto importante tenere almeno il 50% dello spazio libero disponibile nelle SSD. Le prestazioni iniziano a calare sotto quella percentuale. Toccando il 20%, il calo di velocità è molto drastico. Se volete un consiglio, fornitevi sempre d’una SSD da 256Gb: sono decisamente più veloci delle SSD da 120Gb (per svariate ragioni) e quindi soffrono di meno le conseguenze di troppi dati inseriti.  Il calo di velocità è dovuto al ciclo di dati che l’SSD deve fare fra i suoi diversi banchi.

HDD (Hard Disk) – La regola qui s’applica invece con un Hard Disk più riempito, del quale possiamo vedere un calo delle prestazioni in presenza di numerosi file pesanti (filmati, archivi) e uno spazio libero disponibile solo sotto il 30%. Questo calo è dovuto al percorso che le testine devono effettuare lungo il piatto dell’Hard Disk, il quale se è molto pieno deve impiegare più tempo per andare da una parte all’altra. Ecco perché, in effetti, esiste la deframmentazione.

Ricordatevi perciò di tenere in ordine tutti i vostri dati, magari usando un drive esterno via USB o uno in più nel vostro PC per fare in modo di smistare meglio tutto ciò che intendete conservare.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *