Passare da Windows 10 a Windows 8.1: rischi e svantaggi

Negli ultimi mesi, bisognerà ammetterlo, Windows 10 è stata una delusione per molti utenti: gli ultimi aggiornamenti hanno cancellato dati personali senza alcuna approvazione…oppure hanno causato un grosso numero d’altri problemi, come l’impossibilità di cambiare i programmi che possono leggere certe precise estensioni. Per questo si è pensato che, forse, è più adatto passare nuovamente a Windows 8.1!

Ma fermatevi qui, e anche subito: quest’idea è attualmente molto sbagliata. Fatevi descrivere tutti i motivi per il quale è meglio restare a Windows 10:

  • Le Apps non si muovono in finestre o parti separate dello schermo.

Piuttosto, prendono tutto lo schermo! Questo significa che Apps anche molto semplici possono occupare tutto il nostro monitor, e per passare ad altri programmi non ci rimane che fare ALT+TAB. Per essere un sistema operativo designato per la produttività, questo è un grosso problema. Cercare di ottimizzare Windows 8.1 nella modalità desktop è diventato così un fattore di chiave così importante, che la Microsoft ha dovuto mettere da parte il suo nuovo “favoloso” menù start, che in quest’edizione di Windows è completamente basato su Metro. Il che ci porta all’argomento…

  • Windows 8.1 non ha il menù start, letteralmente.

Con Windows 8.1 la Microsoft ha pensato di rinnovare così tanto il sistema, da eliminare il menù start. Molti utenti sono corsi addirittura a delle modifiche per ottenere il menù start. Alcuni odiano così tanto il sistema Metro, che non aprono quella parte di Windows 8.1 per anni. E’ un po’ come avere Internet Explorer nel sistema: se l’avete aperto, è perché avete cliccato per sbaglio. In Windows 10 il menù start è finalmente tornato, inizialmente con un integrazione comunque che ha fatto molto “Metro”…ma poi con il tempo è diventato un misto fra il classico ed il nuovo, e sta ancora ottenendo aggiornamenti molto importanti per gli utenti.

  • Non potete installarlo su un nuovo Hardware.

Molti odiano questa regoletta della Microsoft, ma purtroppo Windows 8.1 non supporta le ultime generazioni di processori. Dalla settima generazione in poi infatti, questo sistema operativo riporterà il messaggio “Hardware non supportato”. Comprare PC nuovi diventerà perciò più complicato se abbiamo in mente di rimanere con vecchi sistemi operativi.

  • I seriali non sono più in vendita, e chi li ha se li fa pagare bene.

Non è possibile acquistare licenze di Windows 8.1 direttamente dalla Microsoft, e i negozi che ne hanno a disposizione vendono il tutto a caro prezzo vista la rarità. Inoltre, non tutte le chiavi sono affidabili, perciò bisogna sempre fare molta attenzione.

  • La sicurezza di Windows 8.1 è molto ridotta rispetto a Windows 10.

Tutte le nuove idee e funzioni che riguardano la sicurezza sono in Windows 10. E’ presente una protezione che riguarda la memoria in sé ed il Core del sistema. Vi è anche un osservazione continua sui comportamenti sospetti dei programmi ed un controllo attivo sull’accesso delle cartelle. Insomma, nonostante i suoi problemi di funzionalità Windows 10 ha comunque una grossa coltre di protezioni aggiuntive, tanto da tenere Windows Defender in modalità attiva o passiva a seconda del nostro Antivirus installato, così che Windows non rimarrà mai senza una protezione antivirale. E’ chiaro che queste protezioni non sono presenti in Windows 8.1, se è per questo la Microsoft staccherà la spina piuttosto presto a questo sistema operativo. Proprio così…

  • Windows 8.1 è un sistema operativo che sta morendo.

La Microsoft mantiene questo sistema operativo in vita per il momento, offrendo aggiornamenti critici che riguardano la sicurezza: ma non durerà per molto. Per la precisione, non durerà oltre il 2023, nel quale questo sistema operativo sarà dichiarato completamente morto. Un po’ come sta per succedere con Windows 7, il quale l’anno prossimo non riceverà più aggiornamenti d’alcun tipo.

Windows 10 è un servizio, non più un prodotto, secondo la Microsoft. E’ chiaro che non tutti possono essere d’accordo su questa scelta: ma è anche vero che continuerà a crescere e ad essere aggiustato negli anni, fino a diventare finalmente stabile.

Lascia un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *