Cos’è un Hard Disk EAMR

Utilità Pulizia Disco su Windows 10
ottobre 1, 2020

Cos’è un Hard Disk EAMR

La tecnologia avanza sempre. Molti pensano che il futuro sia quello delle SSD: veloci, compatte, e richiedono poca energia per funzionare. A dispetto degli Hard Disk, rumorosi e lenti, rappresentano per molti il meglio del meglio della memorizzazione e trasferimento dei dati. Ma c’è sempre qualcosa in più da considerare, ed è quello dell’affidabilità e la capienza. Ovvio, stiamo parlando quasi più del campo Business/Enterprise piuttosto che quello casalingo: un ambiente nel quale passano terabyte di dati ogni giorno. Normalmente, per un utente d’ogni giorno, anche una SSD di grosse dimensioni basta per molti anni: se si basa sulla tecnologia giusta (come la intermedia TLC) gli errori d’elaborazione, così come l’esaurimento di cicli scrittura/lettura, sono molto difficili da vedere anche nell’arco di 8 o 10 anni.

Ma grosse aziende non possono rischiare questo fattore. Esistono diversi sistemi che possono prevenire errori e correggerli al volo, ma la sostituzione del pezzo – così come il costo Euro-Terabyte – va tenuto sempre ad un minimo assoluto. Ed è per questo che sono stati inventati gli Hard Disk EAMR.

Novità di questo genere non sono proprio sorprendenti. Ad esempio, qualche anno fa abbiamo visto la nascita degli HDD basati su riempimento ad elio, il quale offrivano diversi vantaggi fra prestazioni e contenimento dati. Per alcuni campi però, comunque una soluzione troppo delicata e prona a vari problemi di costi e manutenzione.

Gli EAMR (Energy Assisted Magnetic Recording) si basano invece su un concetto molto più solido, se vogliamo. Per essere più chiari, spiegheremo come funziona più o meno la logica di scrittura che avviene negli Hard Disk.

La faccenda è oltremodo semplice: all’interno del nostro disco rigido, vi è un “piatto” nel quale vengono memorizzati e letti i dati. La testina, un piccolo braccio meccanico che passa su questo piatto, viene operata magneticamente con un ritmo veloce e serrato. Per ottenere questa velocità però, non può permettersi di essere ordinata. I dati infatti vengono distribuiti a caso nell’Hard Disk, e anche se non è evidente per noi, rallenta l’elaborazione dei file. Per questo vi è il problema della frammentazione e i vari programmi ed utilità atti ad eliminare il fastidio.

Per molto tempo questa logica è sembrata impossibile da rimediare. Con l’invenzione degli EAMR, la cosa è cambiata di parecchio. Il modo in cui scrivono e leggono è il totale contrario di questa base: invece di scrivere a caso, i dati vengono messi in perfetto ordine dall’inizio alla fine, un po’ come si può pensare alla masterizzazione d’un DVD. Il modo in cui avviene tutto ciò è tramite un altro sistema elettromagnetico in aggiunta (da qui il nome del tipo di HDD) che migliora la precisione della testina, a tal punto da posizionare al millimetro ogni singolo dato. Questo significa che è possibile ottenere sempre la stessa velocità d’elaborazione in qualsiasi momento, accedendo a quantità elevate di spazio libero (anche 20TB e in futuro oltre).

Ed ecco così che si va incontro ad un buon compromesso qualità/prezzo per tutte le grosse aziende. La domanda finale va però verso i normali utenti: possiamo al momento acquistare un HDD EAMR?

Oltre il fatto che bisogna avere un sistema capace di comprendere il tipo di scrittura di questi Hard Disk, al momento non vi sono piani per mettere a disposizione questi prodotti al normale utente casalingo. Le ragioni sono multiple: il costo e l’utilità verso di noi. Dobbiamo avere necessità molto particolari per desiderare un EAMR, magari per stipare dati a lungo termine in immensa quantità. In generale un utente normale ha bisogno di “semplici” HDD da 8 o proprio al limite, 12TB.

Ma per come si può immaginare, così come è già successo con diversi altri tipi di HDD avveniristici, prima o poi anche questi caleranno nei normali negozi di tutti i giorni – e probabilmente l’hardware, così come le piastre madri – si adatteranno alle nostre esigenze rendendo l’installazione di questo prodotto molto semplice. In fondo, chi non vuole un Hard Disk preciso, con una grossa quantità di spazio e con un bassissimo rateo d’errore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.