Come fare Overclock della RAM

Se vogliamo aumentare le prestazioni del PC con poco e niente, la risposta è generalmente “vai di Overclock”! Molti componenti possono spingersi oltre la loro velocità standard, se è per questo un po’ tutti ormai sono provvisti di Overclock (definito anche OC). Schede video e processori hanno sia versioni speciali che anche la possibilità di spingere oltre la propria velocità normale con un Overclock dinamico.

Ma per quel che riguarda la RAM? Questo componente non solo è molto importante: è quel piccolo tramite fra CPU e Hard Disk / SSD. Una RAM veloce e capiente può permetterci di ricevere i dati necessari senza tanti ritardi, ma cosa succede quando questa schizza sopra il suo normale livello prestazionale? Tutto diventa più rapido: anche i giochi.

Ma non è così semplice come sembra: i banchi di memorie RAM funzionano in tanti diversi aspetti a differenza di schede video e processori. Sì, anche loro utilizzano un certo voltaggio per funzionare adeguatamente (e quest’ultimo aumenta o diminuisce man mano che la velocità viene regolata) ma bisogna anche prendere in considerazione la presenza del Timing o CAS Latency, chiamato anche CL.

A buona norma ci sono comunque dei piccoli sistemi automatici. Ad esempio l’Intel ha introdotto il sistema XMP (che sta per Extreme Memory Profile) il quale permette di effettuare un Overclock facilitato attraverso dei Kit predisposti. In molti casi però, bisogna comunque effettuare qualche operazione manuale. E questo cambia di scheda madre in scheda madre, di CPU in CPU.

Cominciamo quindi con una piccola introduzione: le memorie ideali per le schede madri Intel o AMD hanno dei timing differenti. Esiste un programma per i sistemi basati Ryzen che può calcolare perfettamente il limite di voltaggio e le impostazioni che possiamo inserire nella BIOS. Questo si chiama DRAM Calculator e può dare una decisa mano nel calcolo ideale delle impostazioni.

In  certi casi, vi consigliamo comunque di non effettuare un Overclock su banchi RAM troppo arretrati (le DDR4 sono molto tolleranti) o che sono di marche molto economiche, che utilizzano componenti che se spinti troppo oltre bruceranno immediatamente. Ovvio comunque, anche banchi piuttosto accessibili come quelli della Kingston possono essere messi sotto Overclock.

Un altro buon consiglio che possiamo darvi è controllare se sono presenti sulla rete discussioni che parlano d’impostazioni ideali per i timing ed i voltaggi più stabili. Tenete presente che è difficile sbagliare così tanto da bruciare la vostra RAM, ma non bisogna comunque esagerare.

Passiamo ora a quel che possiamo fare per effettuare un Overclock permanente. L’unico metodo per farlo è attraverso la BIOS. Potete entrarci in tanti modi: premere F2 / CANC all’avvio del vostro PC o premendo il tasto Shift quando cliccate su “Riavvia il PC” sotto Windows 8 / 10.

Una volta che siete all’interno della BIOS, è tempo di visitare le impostazioni relative alla RAM. I consigli che possiamo darvi è di testare continuamente piccoli incrementi, ad esempio aumentate il voltaggio di 0,0025V ogni volta.

Se il vostro PC si riavvia senza problemi, effettuate un Benchmark. Esistono parecchi programmi che permettono di fare tutto ciò, uno valido è quello di UserBenchmark (). Questo vi farà capire se l’overclock è stabile e quanto effettivamente le prestazioni della vostra RAM sono aumentate.

Se il vostro PC non s’avvia più dopo aver salvato le impostazioni della RAM, non andate nel panico. Quel che dovete fare è effettuare il reset delle impostazioni della BIOS. Potete fare ciò in due modi, ed entrambi richiedono di smontare il proprio PC:

  • Cercate una piccola batteria a bottone (Una CR2032 nella maggior parte dei casi) e rimuovetela. Premete il tasto d’avvio del vostro PC a spina staccata. Inserite quindi nuovamente la batteria e la spina elettrica. La scheda madre sarà resettata e sarà necessario reimpostarla.
  • Cercate una piccola sezione sulla scheda madre chiamata CLEAR CMOS. Vicino questa frase è presente un piccolo quadrettino di plastica (denominato Jumper). Spostate il Jumper ai contatti vicini. Accendete il PC a spina attaccata. Riportate quindi il Jumper a dov’era prima. La scheda madre sarà resettata.

Lascia un Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *